Chi Siamo

Spazio Junior - Attività didattiche
 
 
Cerca per regione
  MUSEO STORICO DELLA SCAGLIOLA
 Tipologia museo Museo privato
 Categoria Arti applicate
 Numero annuo visitatori 200
 Materiale conservato Manufatti in scagliola dai primi del ‘600 alla metà dell’800
 Modalità di visita Aperto su appuntamento
 Prezzo del biglietto costi e modalità di visita da concordarsi
 Servizi aggiuntivi Vendita manufatti in scagliola prodotti dal Maestro artigiano Bianco Bianchi
 Laboratorio Laboratorio artigiano “Bianco Bianchi”
 Materiale informativo Materiale informativo- depliant e catalogo sulla Scagliola a cura della Fondazione Artigianato di Firenze
 Indirizzo Zona Artigianale Via Lisbona 4e Pontassieve (FI)
 Città / provincia Firenze / FI
 Numeri telefonici 055.8314509
 indirizzo sito internet www.biancobianchi.com
 E-mail info@biancobianchi.com
 Nome e qualifica responsabile Alessandro Bianchi

Il Museo Storico della Scagliola nasce come una preziosa collezione privata di opere e lavori che comprende oltre 150 pezzi, frutto di una vita di raccolte che Bianco Bianchi – unico artigiano della scagliola “doc”, che in Italia lavori secondo una procedura antica – ha messo insieme in cinquant’anni di attività.
Si possono ammirare tavole, quadri, camini, pale d’altare, per un periodo che abbraccia dai primi del Seicento alla metà dell’Ottocento. Il tutto corredato da un artchivio fotografico unico al mondo e dove, grazie anche alla loro riconosciuta abilità di restauratori, i Bianchi fanno expertises per privati, antiquari, e case d’aste di tutta Europa.


Il laboratorio
Il laboratorio fiorentino di lavorazione e restauro di scagliole del Maestro Bianco Bianchi (1920-2006) con i figli Alessandro ed Elisabetta, è ancora in grado di realizzare "pezzi unici" tavoli, pannelli, marmi artistici dello stesso splendore per materiali, disegni, colori e tecniche di lavorazione, dei grandi capolavori del passato.
Collabora con decoratori e architetti, realizza decorazioni di interni e una vasta gamma di manufatti.
La "bottega" si dedica da sempre anche al restauro di antiche scagliole lavorando con musei, collezionisti, antiquari e offre la propria esperienza per attribuzioni e perizie


La scagliola
Oggi, come ieri, la scagliola si ottiene da un minerale, la selenite, che allo stato puro si presenta sotto forma di lamelle o scaglie (da qui il nome). Dopo essere stato cotto e macinato in sottilissima polvere, viene mescolato con terre colorate e colle animali.
Il disegno originale si riporta con lo spolvero su una lastra di marmo o di scagliola, si traccia con il mazzuolo e scalpello e infine si scava in profondità. Gli impasti colorati riempiono il disegno inciso e dopo l'indurimento si spianano con acqua e pietra pomice. Il piano così pronto ad essere di nuovo graffito con il bulino e ad ospitare altre sfumature di colore. Infine si lucida con le "pietre" e con la cera d'api.

info@biancobianchi.com


Il laboratorio “Bianco Bianchi” ha ricevuto il 22 marzo 2011 a Parigi il premio internazionale assegnato dal Centre du Luxe et de la Creation di Francia destinato ai migliori talenti operativi a livello internazionale nell'ambito del savoir-faire e della creazione. La premiazione che ha laureato l’azienda di Pontassieve come rappresentante dell'eccellenza dell'Artigianato Italiano si è tenuta nella capitale transalpina al Grand Hotel Intercontinental di Parigi. Il “Talents du Luxe et de la Création” premia annualmente dodici protagonisti delle produzioni artigianali internazionali selezionati in tutto il mondo. Questo riconoscimento premia il talento e le caratteristiche innovative di chi crea in maniera originale oggetti unici. Per l’azienda di Pontassieve senz’altro un grande riconoscimento che va ad arricchire un percorso che la famiglia Bianchi porta avanti da tempo nel rispetto di una tradizione che conserva il fascino delle botteghe d’arte, ma che è anche capace di stare al passo con il mercato internazionale, divenendo di fatto ambasciatrice della qualità di un intero territorio.

Galleria fotografica
 
Visita il sito del Ministero per i Beni Culturali Visita il sito della Confartigianato Home page Home page Info